Classiche

Pasta allo scarpariello

Facile | 15 minuti

Presentazione

La pasta allo Scarpariello è una ricetta della tradizione Napoletana. I protagonisti della ricetta sono semplici ma ricchi di gusto e rappresentativi della tradizione italiana: pomodorini, basilico e abbondante pecorino. Ti stai chiedendo cosa significa scarpariello? Il significato della parola scarpariello è legato ai lavori degli scarpari, ossia calzolai, che alla fine del loro duro lavoro venivano ripati con questa pasta, frutto di pochi ingredienti che si avevano a disposizione. Noi vi proponiamo gli spaghetti allo scarpariello con pomodorini freschi e formaggio pecorino che renderà questo fresco piatto super cremoso. Che aspetti? Inizia la ricetta!

Guarda il video

pasta allo scarpariello

Ingredienti

4 persone
  • Pecorino Romano DOP 100 gr.
  • Spaghetti 400 gr.
  • Pomodorini datterini 200 gr.
  • Basilico 100 gr.
  • Peperonicino 1
  • Olio q.b.
  • Sale q.b.

Procedimento

1

Per prima cosa in una pentola aggiungi abbondante acqua, versa il sale e cuoci gli spaghetti al dente.

2

Ora prendi i pomodorini datterini, lavali e tagliali a metà. In una padella aggiungi l'olio e versa poi i pomodorini datterini. Aggiungi 1 peperoncino fresco senza semini e aggiungi il basilico tritato.

3

Una volta scolati gli spaghetti al dente versali nella padella e lasciali risottare con i pomodorini. Per avere un sughetto cremoso aggiungi un paio di mestoli d'acqua di cottura e manteca a fuoco basso.

4

A fuoco spento aggiungi il Pecorino Romano DOP di Pinna, alternando con altra acqua di cottura se c'è bisogno, fino a creare una consistenza cremosa e fresca.

5

Impiatta e servi con abbondanti foglie di basilico e altro Pecorino Romano DOP a piacere. Servi subito e buon appetito!

Perché si chiama pasta allo Scarpariello?

Si narra che la pasta allo Scarpariello nasca nei Quartieri Spagnoli a Napoli nei vicoli dove un tempo vivevano gli “scarpari”, cioè i calzolai. Alcuni narrano che le mogli e le sorelle di questi scarpari, non avendo molto tempo da dedicare ai fornelli, preparavano un “pasto veloce” nella pausa pranzo: lo Scarpariello, appunto. Secondo un'altra tesi, invece, questo piatto fu inventato dagli scarpari che univano gli ingredienti regalati dai clienti che non riuscivano a pagare. Molti clienti dello “scarparo” infatti erano contadini e pastori e non avendo possibilità economiche per pagare in denaro offrivano formaggi per saldare il conto. La giornata dello “Scarpariello” era il lunedì, il giorno di riposo dei “scarpari”, quando si raccoglieva tutto quello che avevano regalato i clienti e lo si cucinava insieme al ragù avanzato la domenica.

Dove è nata la pasta allo Scarpariello?

Si narra che la pasta allo Scarpariello nasca nei Quartieri Spagnoli a Napoli nei vicoli dove un tempo vivevano gli “scarpari”, cioè i calzolai.

Come si prepara lo Scarpariello originale?

Si prepara con un sugo a base di pomodorini, arricchito in fase di mantecatura con formaggio grattugiato. Un primo piatto di origini campane, facile, e ottima per riciclare avanzi.

Che pasta si usa per lo Scarpariello?

Per quanto riguarda la pasta, oltre agli spaghetti, in genere si utilizzano i paccheri di Gragnano, ma sono ottimi anche le pennette o i bucatini allo scarpariello.

Ricetta di : Pinna Formaggi

Condividi la ricetta

75 voti

3.7

Spaghetti cacio e pepe

30 minuti

Vai alla ricetta

Pasta alla carbonara

30 minuti

Vai alla ricetta

Amatriciana

45 minuti

Vai alla ricetta

Lasagna Carciofi e Pecorino

40 minuti

Vai alla ricetta

Pasta con zucchine e pecorino

20 minuti

Vai alla ricetta

Uova ripiene al pecorino

10 minuti

Vai alla ricetta

Riso cozze e Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Crocchette cacio e pepe con Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Spaghetti con crema di zucca e dadini di Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Polpette al sugo

20 minuti

Vai alla ricetta

Polpette di Carne

20 minuti

Vai alla ricetta

Spaghetti alla Gricia

10 minuti

Vai alla ricetta

Pizza Carbonara

10 minuti

Vai alla ricetta

Pizza Cacio e Pepe

10 minuti

Vai alla ricetta

Impasto Pizza Bimby

120 minuti

Vai alla ricetta

Pasta alla Zozzona

25 minuti

Vai alla ricetta

Frittata di spaghetti

30 minuti

Vai alla ricetta

Migliaccio Napoletano

20 minuti

Vai alla ricetta

Risotto ai funghi

30 minuti

Vai alla ricetta

Fettuccine all'Alfredo

20 minuti

Vai alla ricetta

Pesto Bimby

2 minuti

Vai alla ricetta

Spaghetti al pesto

30 minuti

Vai alla ricetta

Pasta alla Genovese

20 minuti

Vai alla ricetta

Pasta allo scarpariello

15 minuti

Vai alla ricetta

Gnocchi alla Sorrentina

30 minuti

Vai alla ricetta

Zucchine con Friggitrice ad Aria

20 minuti

Vai alla ricetta

Patate in Friggitrice ad Aria

30 minuti

Vai alla ricetta

Pasta al Pesto di Zucchine

20 minuti

Vai alla ricetta

Besciamella bimby

15 minuti

Vai alla ricetta

Zucchine ripiene

15 minuti

Vai alla ricetta

Zuppa di farro

20 minuti

Vai alla ricetta

Polpette agrodolci di baccalà con Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Malloreddus con baccalà, zucchine, Pecorino Romano e menta

30 minuti

Vai alla ricetta

Conchiglioni ripieni di formaggio Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Insalata estiva di frutta e verdura con Pecorino Romano

30 minuti

Vai alla ricetta

Biscotti di frolla al Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Scaloppa di Rombo al Pecorino

45 minuti

Vai alla ricetta

Pere al vin santo con crema di Pecorino Romano e gelato di crema

60 minuti

Vai alla ricetta