Classiche

Pasta alla carbonara

Media | 30 minuti

Presentazione

La prima Carbonara pare sia stata realizzata nel 1944 nel famoso Vicolo della Scrofa a Roma. La teoria più gettonata sulla nascita di questa ricetta racconta l'incontro di degli ingredienti di un simpatico cuoco romano con quelli dei soldati Americani, più precisamente con il loro amato bacon. Inizilmente quindi la ricetta era a base di bacon, uovo e formaggio, ma nel tempo si è evoluta come un vero e proprio capolvaro della Cucina Romana, con delle regole ben precise. Esatto! Perchè i Romani considerano Carbonara solo quella realizzata secondo i scari criteri: solo con il guanciale, solo con una bella gratuggiata di Pecorino Romano DOP (noi aggiungiamo: possibilmente solo PINNA), solo con il tuorlo e solo con l'utilizzo dell'olio rilasciato dal guanciale.

Essendo una ricetta apprezzata in tutto il mondo però è spesso soggetta a tanti chiacchiericci, noi siamo qui per regalarvi la ricetta Romana secondo le regole della tradizione. Infatti il segreto e il successo di questa ricetta sta nella sua semplicità e nella genuninità dei suoi ingredienti.

Per gli amanti delle altre Ricette Romane, vi sveliamo l'evoluzione delle ricette più famose. Partiamo dalla Gricia, ricetta creata solo con il guanciale croccante e un pezzo di peproncino. Se alla gricia aggiungiamo della salsa di pomodoro creiamo l'altrettanto famosa Amatriciana. E se invece utilizziamo solo il Pecorino Romano? Allora creiamo l'amata Cacio e Pepe. Ed infine, per i più temerari abbiamo anche la Pasta alla Zozzona, composta dall'unione di tuti gli ingredienti: uova, Pecorino Romano, salsa di pomodoro e guanciale. Un mondo di ricette tutto da scoprire e da conservare.

Per gli amanti della Carbonara e di tutte le Ricette Romane scopri anche: Carbonara Vegetariana Pizza alla Carbonara Gnocchi alla Romana

Guarda il video

PINNA - Pasta alla carbonara - Videoricetta

Ingredienti

4 persone
  • Spaghetti 280 gr.
  • Guanciale 200 gr.
  • Uovo intero 1
  • Tuorli 3
  • Pecorino Romano DOP 120 gr.
  • Pepe q.b.

Procedimento

1

Metti a bollire abbondante acqua salata e nel frattempo che metti a cuocere gli spaghetti inizia a preparare il condimento per la pasta alla carbonara.

2

Taglia a cubetti il guanciale e fallo rosolare in una padella, appena prende colore elimina il grasso, ma ricordati di metterne da parte una piccola quantità, ti servirà dopo.

3

In una ciotola sbatti le due uova intere e i due tuorli, aggiungi la piccola quantità di grasso del guanciale che avevi messo da parte, ti aiuterà a dare morbidezza al condimento, e mescola bene.

4

Al composto che ottieni aggiungi il Pecorino Romano DOP grattugiato e abbondante pepe macinato al momento, mescola bene.

5

Scola gli spaghetti al dente, mettili nella padella in cui c’è il guanciale, aggiungi il resto del composto e amalgama energicamente a fuoco spento.

6

Impiatta e servi la pasta alla carbonara con guanciale e pecorino accompagnata da un buon bicchiere di vino rosso delle nostre terre, per consolidare amicizie e trovare nuove alleanze.

Domande e Risposte

Quante uova mettere nella carbonara?

Per una carbonara perfetta noi consigliamo di considerare per 4 persone: 1 uovo intero più 3 tuorli. Oppure per 6 persone: 2 uova intere più 4 tuorli e così via dicendo. In pratica 1 uovo intero ogni 4 persone più 1 tuorlo a testa.

Che pasta si usa per la carbonara?

La ricetta originale della carbonara prevede l’utilizzo degli spaghetti alla carbonara. Questa però non è una verità assoluta e molto dipende dai gusti personali. Nel corso degli anni infatti anche la pasta corta è molto apprezzata. Ad esempio Rigatoni e mezze maniche sono tra le paste più apprezzate per la ricetta Romana. Tutte le paste vanno bene purché la Carbonara sia senza panna.

Come fare la carbonara cremosa?

Il segreto per una Carbonara cremosa sta nella preparazione della crema di tuorli con il pecorino grattugiato. Utilizza le dosi corrette, aiutati con l’acqua di cottura. Mi raccomando, versa la crema di tuorli a fuoco spento e mai acceso per evitare “l’effetto frittata”.

Che origine ha la pasta alla Carbonara?

La Carbonara è un piatto tipico della Cucina Romana, e quindi italiana.

Come va tagliato il guanciale per la Carbonara?

Per realizzare una Carbonara perfetta per prima cosa taglia il guanciale a fettine. Dopo aver eliminato la cotenna, dividi il pezzo in due parti e taglia le fette tutte dello stesso spessore. Il grasso del guanciale deve essere bianco. Se noti parti giallastre rimuovile perché potrebbero avere un retrogusto acido.

Perché la carbonara si chiama così?

Il nome carbonara ha origini incerte e sulla sua etimologia ci sono varie ipotesi. La versione più accreditata secondo gli esperti prenderebbe il nome dai "carbonari" laziali che in passato lavoravano sugli Appennini dove trasformavano la legna in carbone. Per rimettersi in forze preparavano un piatto calorico a base di cacio e uova e guanciale. Altri invece ipotizzano che a ideare il piatto sia stato un cuoco romano alla fine della seconda Guerra Mondiale.Secondo la leggenda, avrebbe dedicato la ricetta a un vecchio amico con cui lavorava come carbonaro.

Ricetta di: Luisa Bayre e il suo staff

Condividi la ricetta

186 voti

4.1

Scopri le ricette con il Pecorino Romano DOP

Spaghetti cacio e pepe

30 minuti

Vai alla ricetta

Pasta alla carbonara

30 minuti

Vai alla ricetta

Amatriciana

45 minuti

Vai alla ricetta

Lasagna Carciofi e Pecorino

40 minuti

Vai alla ricetta

Pasta con zucchine e pecorino

20 minuti

Vai alla ricetta

Uova ripiene al pecorino

10 minuti

Vai alla ricetta

Riso cozze e Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Crocchette cacio e pepe con Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Spaghetti con crema di zucca e dadini di Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Polpette al sugo

20 minuti

Vai alla ricetta

Polpette di Carne

20 minuti

Vai alla ricetta

Spaghetti alla Gricia

10 minuti

Vai alla ricetta

Pizza Carbonara

10 minuti

Vai alla ricetta

Pizza Cacio e Pepe

10 minuti

Vai alla ricetta

Impasto Pizza Bimby

120 minuti

Vai alla ricetta

Pasta alla Zozzona

25 minuti

Vai alla ricetta

Frittata di spaghetti

30 minuti

Vai alla ricetta

Migliaccio Napoletano

20 minuti

Vai alla ricetta

Risotto ai funghi

30 minuti

Vai alla ricetta

Fettuccine all'Alfredo

20 minuti

Vai alla ricetta

Pesto Bimby

2 minuti

Vai alla ricetta

Spaghetti al pesto

30 minuti

Vai alla ricetta

Pasta alla Genovese

20 minuti

Vai alla ricetta

Pasta allo scarpariello

15 minuti

Vai alla ricetta

Gnocchi alla Sorrentina

30 minuti

Vai alla ricetta

Zucchine con Friggitrice ad Aria

20 minuti

Vai alla ricetta

Patate in Friggitrice ad Aria

30 minuti

Vai alla ricetta

Pasta al Pesto di Zucchine

20 minuti

Vai alla ricetta

Besciamella bimby

15 minuti

Vai alla ricetta

Zucchine ripiene

15 minuti

Vai alla ricetta

Zuppa di farro

20 minuti

Vai alla ricetta

Polpette agrodolci di baccalà con Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Malloreddus con baccalà, zucchine, Pecorino Romano e menta

30 minuti

Vai alla ricetta

Conchiglioni ripieni di formaggio Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Insalata estiva di frutta e verdura con Pecorino Romano

30 minuti

Vai alla ricetta

Biscotti di frolla al Pecorino Romano

45 minuti

Vai alla ricetta

Scaloppa di Rombo al Pecorino

45 minuti

Vai alla ricetta

Pere al vin santo con crema di Pecorino Romano e gelato di crema

60 minuti

Vai alla ricetta